venerdì 14 novembre 2014

Heavy Wood Sara' Prima Rock Band al Mondo a Registrare un Disco sulla Luna

blogger

Ebbene si, cosi' stanno le cose: Heavy Wood è la prima rock band al mondo a mettere piede sulla Luna con microfoni, chitarre e batteria. La notizia alquanto scioccante è arrivata ieri alle 3:00 ora italiana.

Una telefonata dalla NASA ha interrotto il sonno del drawkista Bob Horse che, incredulo, non ha resistito alla tentazione di lasciarsi partire delle bestemmie di dubbio gusto, portando il funzionario della NASA a chiedere " I don't understand, are you not happy, Sir?". Ma Horse ha velocemente recuperato la brutta figura e ha prontamente passato la notizia agli altri membri del gruppo.

Nate Kantner, chitarrista e cantante,  risponde cosi' alla conferenza stampa organizzata in quattroequattrotto al Colosseo (Roma).
" Quando Bob mi ha chiamato erano le 4 del mattino, ed ero in cucina mentre cercavo di togliermi la vita. Non sto scherzando. Se non fosse stato per queste registrazioni sulla Luna, oggi non sarei qui fra voi "

Mentre Frank, il drummer della band, scuotendo la testa racconta: "Ero cosi' fuori che ho cominciato a invitare mille persone per il viaggio lunare. Ma poi mi son ricordato che quelli della NASA ci hanno detto che c'è posto solo per 3 e, al massimo, un cane."



Lo Shuttle è gia' pronto. E i nuovi brani degli Heavy Wood anche. La Warner Bros non vede l'ora, e anche noi!



giovedì 13 novembre 2014

Pile of Pilots - the not so underground sensation

blogger
"It was never intended to be an actual album, but then again, it's not really up to us."



A pile of pilots, like the first episode in a TV series, was the idea.  A band in it's first year of existence isn't usually in a major rush to put out an album, but when you have tunes you have to lay down the tracks.  If we had known that it was going to sell so much, we probably would have hyped it more, but this is the way we like it anyway - from our instruments to your ears - as quickly and directly as possible!

Listen to all 16 tracks for free:  http://music.heavywoodband.com

Heavy Wood Halloween 2.0

blogger
     
       
Italiano:  Ad Halloween ci permettiamo di fare qualcosa di unico.
Tutti i nostri pezzi che risultano allegri (tipo Diveed Banjano, American Gipsy), ma una serata all'anno li trasformiamo o in un funerale o in orrorifici pezzi heavy metal. 
Anche la "romantica" Dancing on the Roof è mutata in un riff ossessivo,

Insomma è stata una nottata sanguinosa, e ci fa piacere che il Trottamundo abbia rischiato una multa per averci ospitati per la seconda volta. I volumi non erano gentili, e neanche le canzoni.
Grazie a Miriam Mazzotta per tutte le foto che ci ha sparato.

English:  What better excuse than Halloween to do something different?  Most of out songs are pretty upbeat (Diveed Banjano, American Gypsy for example), but for one night a year we turn them into something from a horror film, heavy metal band, or even a funeral march!  Even the romantic ballad "Dancing on the Roof" gets obscured into a heavy, hypnotic riff.

In the end, it was definitely a blood night (mostly fake blood), and we're lucky to have found Trottamundo, and bar willing to risk the consequences of the ridiculous Italian noise ordinances (more on that another time) on a night where we push it past the limit.   - Photos by Miriam Mazzotta.















giovedì 10 aprile 2014

26 Aprile, Urban Club PG - facciamola sporca! Opening for Nobraino

blogger


26 Aprile, Urban Club PG - facciamola sporca!
Opening for Nobraino

(English below)


Sabato 26 Aprile apriamo ai Nobraino all'Urban. Ci sara' un mucchio di gente? Si ce ne sara' tanta. Ma noi abbiamo bisogno di VOI 
e VI spieghiamo il perchè in 5 veloci paragrafi.





Abbiamo suonato nei pubs, nei bar, fatto del rock dentro minuscoli salotti di abitazioni private, abbiamo creato caos suonando nel mezzo di strade trafficate. Vi abbiamo sentito cantare le nostre Dancing on the RoofLiving on a DreamDon't watch the StormDevin's Song. Vi abbiamo visto pogare con Sounds Whisk New HighBanjano e CARNE. 

Il nostro obiettivo con Heavy Wood? Sporcare di suoni nuovi l'intero stivale italiano. Rivoluzionare la musica in Italia, ormai incastrata da anni fra insicurezze decise e scopiazzature timide.

Ehi, non siamo soli! Ci sono numerose altre band che vogliono affrontare questo viaggio malato con noi. Tutti VOI che ci avete ascoltato , senza neanche saperlo , ne fate gia' parte.



Il 26 Aprile all'Urban suoniamo a mezzanotte. Abbiamo bisogno della vostra presenza, dei vostri schizzi di pazzia e della vostra dipendenza incondizionata per la musica. Quella che ci avete sempre dimostrato d'avere durante i live. Venga rock, venga metal , venga dirty folk. 

Non abbiamo i soldi, non abbiamo la mafia dalla nostra, non abbiamo Pippo Baudo che ci lancia in TV, ma abbiamo un virus nei nostri brani. Lo abbiamo visto agire per la strada, dove trucchi non ce ne sono e tutto è reale secondo dopo secondo. Il virus funziona, e non ammazza.


Quella notte regaleremo qualche CD, forse anche qualche maglietta se arrivate in tempo. Non ci importa una mazza santa! FACCIAMOLA SPORCA!





Saturday, April 26th we'll be opening a show at Urban,  and we need YOU there.  If you can give us 5 paragraphs, we'll explain why. 

We've played in pubs and dive bars.  We've rocked the paintings off the walls in people's living rooms.  We've created more chaos on the street than rush-hour traffic in New York.  We've heard you singing "Dancing on the Roof", "Don't Watch the Storm", "Living On a Dream", "Devin's Song"; and we've seen you dance and even mosh to "Sounds Whiskey", "New High", "Banjano", and "CARNE". 

What is the point of Heavy Wood?  To infiltrate the entire Italian boot and beyond, cankering our path with authentic sound.  To revolutionize music in Italy, a country choking on years of decisive insecurity and timid explosion.  Woah! We're not the only ones.  More and more bands and artists of all types are accepting this mad mission, head on.  And YOU, you've been there, and even if you don't know it, you're already part of it. 

There is no doubt that the joint will be packed, but it means nothing if you're not there.  A sea of people cannot replace a single Heavy Wood supporter.  Your voices, your sweat, blood, and tears.  Your unconditional dependence and love of music.  Everything that you've brought to our shows in the past.  Bring the funk. bring the rock.  Bring the dirty folk!

We're not rich.  We got no mafia on our side.  No label, no agency, no Disney Channel, but we got our songs.  Like a virus, we've watched them infect the streets, without gimmicks, a place where every second is real. It is one of the only viruses that spreads, but causes no harm. 

Come early.  In the first 10 minutes of our set we will give away all our CDs and all of our t-shirts for the night. We don't give a shit.  This night, we make it dirty!

mercoledì 26 marzo 2014

Old album to be removed May 1st - Giorni contati per il vecchio CD!

blogger




Il 1 Maggio toglieremo una volta per tutte questo disco dal sito. Fino a quel giorno sara' gratuitamente scaricabile. Questa è l'ultima occasione per averne una copia. Ripetiamo, l'ultima.

Abbiamo deciso di rimuovere le canzoni , perchè non siamo piu' la band che ha dato vita a quell’ album. Stiamo caricando nuovi brani che potete sentire a http://music.heavywoodband.com. Facciamo ancora alcuni brani del vecchio album ma un sacco è cambiato. Siamo in tre ora , con il Drawk Guitar che ha preso il posto delle parti di basso. ( a proposito, date un'occhiata al Drawk, è roba da matti - http://blog.heavywoodband.com/2014/02/drawk-guitar.html) Abbiamo un nome differente, un sound differente. Non è troppo tardi per avere una copia del vecchio CD, ma raccomandiamo altamente di sentire la roba nuova!



UPDATE!   We are removing this record on May 1st.  Until then it is free to download!  This is your last chance to get a copy.


We’ve decided to take the tracks down, because we are no longer the band that made that record.   We have uploaded some new tracks that you can listen to at: http://music.heavywoodband.com  
We still do some of the songs, but so much has changed.  We are a three-piece band now, with the Drawk Guitar taking the place of the bass.  (Check out the Drawk, it’s sick – http://blog.heavywoodband.com/2014/02/drawk-guitar.html) We have a different name, and a different sound.   It’s not too late to get yourself a copy of the old CD, but we highly recommend you check out the new stuff!   

venerdì 21 marzo 2014

Sì, Vabbè è Heavy Wood... Ma Che Genere di Musica Fate? (+ 3 New Songs!)

blogger



(skip below for English)

Ok, è ormai biologicamente stra-accertato che il cervello umano ha bisogno di paletti, schemi prefabbricati e quant'altro, per evitare diligentemente di accollarsi nuove responsabilita'. Dicono che quando uno ascolta un brano nuovo equivale a come se fosse con la sua macchina su una strada sconosciuta. Questa strada puo' essere senza indicazioni, possono esserci salite, discese, curve improvvise oppure rettilinei senza fine.


Va bè, ma che musica fate? What kind of music do you play?? by Heavy Wood

Ovviamente la maggior parte delle persone preferisce avere indicazioni, per assicurarsi precisamente dove arriverà. E quando uno sa' dove porta quella strada allora si tranquillizza e si gode il viaggio.
E' ciò che accade dentro la testa di ogni ascoltatore di musica. Se ti piace il funky, e sai che la canzone che stai per sentire è di "genere" funky , allora è tutto apposto. Ti godi l'ascolto e sei sicuro che non troverai spiacevoli sorprese lungo il tragitto.

Poi ci sono anche quelli che segnali stradali non ne cercano , e che magari non se ne fottono niente di qual'è la destinazione, parliamo ovviamente di un tipo di persona piu' rara , in circolazione. Sono proprio quelle persone che da un viaggio senza mete poi trovano qualcosa di autentico, che di conseguenza trasformerà le loro strade-percorse-senza-senso in un aver-trovato-qualcosa-da-conservare.

Allora a tutti quelli che proprio non riescono a tenersi dentro la seguente fatidica domanda:
 " SI VABBE', MA CHE GENERE PRECISO DI MUSICA FATE?"
Vi immaginate gli ACDC a braccietto con i Gogol Bordello , che si ubriacano con Ennio Morricone?
Non ci riuscite? Allora concedetevi un viaggio senza senso (  anche uno minuscolo è sufficiente ). Almeno in questo caso non avrai benzina da pagare, non c'è pedaggio da sborsare, non rischi di avere colpi di sonno.

Schiaccia play su qualche canzone Heavy Wood e percorri un po' di km senza segnaletica. Fatti un po' di coraggio se è buio pesto. Facci sapere poi dove diavolo sei andato a finire e dopo un attimo ci vedrai arrivare , strumenti alla mano.

Heavy Wood music page - Più brani


ENGLISH

Ok, by now it's a biological fact that the human brain needs references, pre-established ideas helping one to understand, while keeping responsibility and risk to a minimum.  The experience of listening to a new song can be compared to driving down an unknown road.  The road may not have any signs.  There could be hills, curves, gravel, potholes, or it could simply go on forever.

Va bè, ma che musica fate? What kind of music do you play?? by Heavy Wood

Obviously, the majority of people would prefer to get directions, knowing exactly where the road will take them.  Once you know where you are going, it is easy to relax and enjoy the ride.  The same thing happens when listening to music.  If you like funk, and you know that the song you are about to hear is classified as funk, then all is well.  You listen to the song, sure that there won't be any unpleasant surprises along the way.

There are however, a few people who look not for signs or directions, that might not even care where they end up.  Obviously we're talking about a rare breed. It is precisely that person who travels without destination in mind that will find authenticity, transforming their non-sensicle voyage into something they lasts.

So, for those of you who can't get past the same tired question, "Yeah, but exactly what type of music do you play?", Immagine ACDC are partying with Gogol Bordello and Ennio Morricone comes in and buys the bar a round of shots.  What might happen after that?  At that point you might have to take a trip into the unknown.  At least in this case you won't have to pay for gas, no tollways, and there's absolutely no risk of getting sleepy.

Pick out a Heavy Wood song, hit play, and go a few miles without directions.  Have no fear of the pitch dark.  Let us know where the hell you end up, and we'll be there before long, instruments in hand.

More Songs!

venerdì 28 febbraio 2014

New tracks - More to come!! - Listen Free

blogger



Skip below for English









Qualche brano




Tanta gente ci chiede perchè non abbiamo fatto ancora un album.  E' una buona domanda, solitamente la  Heavy Wood philosophy è dire "E Perchè no?” ma a volte ci si deve chiedere solo il "perchè?"  Comunque sia demo, EP, CD o disco, se vi trovate qui vuol dire che volete sentire qualcosa dei nostri lavori piu' recenti.  Di questi tempi non è difficile permettersi di registrare per bene una decina di brani, poi metterli insieme e dire  "è un album”. Sappiamo, da esperienze vissute, che un vero disco ha bisogno d'essere ben pensato, saldamento fondato e accordatamente prodotto.   Deve essere un racconto.  Non può essere soltanto un compilation di brani.

Ovviamente c'è in preparazione un album, e quando il momento sarà giusto lo registreremo.  Ma non c'è ragione di farvi aspettare senza alcuna musica, no?!  Stiamo sempre registrando; anche se stiamo usando un microfono calato dal soffitto durante una delle nostre serate.  Quando abbiamo qualcosa di solido e massiccio, lo metteremo qui, pronto da ascoltare.  Se avete delle canzoni preferite fatecelo sapere, e se lo volete metteremo presto anche un free download di tutto. In questo modo, visto che non ci costerà niente , possiamo registrare quanto vogliamo, e possiamo condividere più roba sulla nostra musica e sulle storie che vi sono dietro.  Assicuratevi di controllare spesso gli aggiornamenti. 

Questi brani liberano anche il debutto discografico del Drawk Guitar, lo strumento unico che suona Roberto, una specie di chitarra classica con una corda in piu' che permette letteralmente al chitarrista di suonare allo stesso tempo le parti di basso. La parte migliore è il sound, che tra l’altro è stato un risultato del quale non ci aspettavamo minimamente. Bene, ora sparate il volume a massimo, altrimenti godete solo a metà .


Tutte le canzoni sono state registrate senza sovraincisioni alcune. Abbiamo schiacciato REC e abbiamo suonato. 

Rock is dead, Drawk is born.
-Heavy Wood




ENGLISH






Just some tracks

A lot of people have asked us why we haven’t released an album.  It’s a good question, since usually the Heavy Wood philosophy is to ask “why not,” but sometimes you have to ask why.  Whatever you want to call it, demo, EP, CD, record, odds are you’re here because you want to hear some of our most recent stuff.  These days, it’s not too hard to find a cheap way to record some tunes, put them together and call it an “album.”  However, we know from experience that a true record needs to be well thought out, well funded, and cohesively produced.  An album must tell a story.  It has to be a lot more than just some tracks. 

We have some great album ideas, and when the time is right to do it right, we’ll record them.  But there is no reason to make you wait without any music! We’re always recording; even if it’s just using a microphone we hang from the ceiling at one of our shows.  When we got something solid, then we’ll put it here to stream.  If you have a favorite let us know, and if people want it we might make it free to download.  This way, since it costs us nothing, we can record as much as we want, and we can share more of our music and the stories behind them.   Be sure to check often for updates.

These tracks are also the recording debut for the Drawk Guitar, Roberto’s one-of-a-kind 7-string guitar, which is fitted with a bass string, allowing the guitarist to play bass at the same time.  The best part is the sound, which was a result that not even we expected.  So crank the volume and give it a go!


All the songs were recorded using our live set-up (no overdubs or tracking).

Rock is dead, but Drawk is born!
-Heavy Wood


Cosa Diavolo è un Drawk Guitar

blogger

                                                      Sounds Whiskey - by Heavy Wood
Skip below for English.


Ho sempre amato le tonalita' basse ma non ho mai disdegnato quelle alte, e nemmeno le altissime.
Su una chitarra normale non mi era mai stato possibile tirare fuori tutto quello che veramente desideravo ottenere, con il Drawk ho trovato (almeno per ora) la mia pace. 

Certo un po' di sbattimento ci vuole, è un po' una sfida. Ma con un Drawk puoi realmente eseguire linee di basso e di chitarra "contemporaneamente". Suonare questo strumento da la sensazione di far suonare un gruppo di persone tutte insieme. Il suono trasporta e la dinamica e le sfumature che si possono ottenere sono praticamente irriproducibili e quasi illimitate.

Per non parlare poi della solidita' del sound sia quando si è da soli che quando ci si trova a combattere con le frequenze di una batteria, di una chitarra elettrica o acustica, etc etc.
Il Drawk è sempre la' che si fa sentire, piu' caldo di un basso elettrico, piu' incazzato di un contrabbasso.

Per tutti i chitarristi (o bassisti) questo strumento è un pianoforte a forma di chitarra. Ma non ci sono 11 corde, o un manico enorme quasi impossibile da gestire. Il manico è regolare e ha solo una corda in piu' che è settata differentemente dalle solite 7 corde, ma che permette di raggiungere un'estensione mai vista prima su una chitarra. E rimane comunque accessibile da chiunque abbia  gia' suonato una chitarra qualsiasi in vita sua.

Giusto per, in questa foto in verde trovate l'estensione di un Drawk, e in giallo quella di una regolare chitarra.

Qualcuno potrebbe dire che sarebbe la stessa cosa comprare un octaver, ma non lo è. L'octaver non fa altro che trasferire giu' tutte le note. Suonare il Drawk significa suonare diversamente, creare diversamente e arrivare a soluzioni che non sono mai state sentite prima. E' tutto da scoprire.
Curiosi? Su Pile of Pilots, il nostro album, siamo in tre, chitarra acustica, drawk e una batteria.
Nient'altro.

-Roberto Cavallo

Ascolta più brani


ENGLISH


I’ve always loved the sound of low tones, but it’s not as if I couldn’t stand the high ones, not even the stratospheric ones.  It’s never been possible for me to get everything I wanted out of a normal guitar, but with the Drawk I’ve found some peace of mind (at least for now)

Of course it’s takes some persistence.  It’s a bit of a challenge, but with the Drawk it is truly possible to play both the bass parts and the guitar simultaneously.  Playing this instrument is a unique sensation, like directing a group of people playing together.  The sounds it produces, as well as the dynamics, and tones that can be reached are nearly unlimited.

Not only is the Drawk effective on it’s own, but even more powerful when played with drums, electric guitars, acoustic guitars, etc.  Amid all the frequencies, the Drawk is heard, warmer than the electric bass, but meaner than the upright bass.

For any guitar player (or bass player) the instrument is like a piano that you hold in your hands.  Yet there are not 11 strings, or an impossible neck.  The neck is normal with only one extra string, which is quite a bit different than the typical 7-string guitar, allowing a range never seen in a guitar.  Still, it remains relatively easy and accessible for anyone that has played some guitar.

To get an idea, check out the pic above.  The green is the range achieved by the Drawk.  In yellow, a normal guitar.

Someone might say that it is the same thing as an Octaver pedal, but it’s not.  The Octaver transposes all the notes down one octave.  To play the Drawk, you are forced to change how you play, causing you to be more creative, and ultimately reaching results that have not been heard before.  It’s wide open.

Curious?  Listen to an example.  On these recordings there are just three of us playing the same way we do at a live show.  That’s it.

-Rob Cavallo 

More tunes

sabato 8 febbraio 2014

C'era Una Volta il Buco

blogger
ITALIANO


Non sono quel "tipo" di chitarrista , sapete quel tipo?
Pulire la chitarra ogni giorno col miglior prodotto esistente, oppure comprare una nuova Gibson (o Fender, è lo stesso) e poi adorarla come fosse il sacro graal. Un'occhiata a questa foto.  
Notato quel buco? E' uno spreco di legno , lo so.. ma devo plettrare , non c'è altra via.
E' solo che mi importa piu' della musica che degli strumenti musicali
La musica è una pizza gigante e gli strumenti musicali sono forchette,coltelli , mani e qualsiasi altra cosa.
Si..lo ammetto , le metafore sono il mio forte
Ad ogni modo , mi ci è voluto un anno di concerti con la band per guadagnarmi questo buco, cosa che non è mai successa in 16 anni perchè avevo sempre suonato questa chitarra senza il plettro.
Lo so che è un po una sega, ma a nessuno interessa piu' questa chitarra. Dico sul serio , questa chitarra è andata, per sempre.
Un inspiegabile incidente "stradale" l'ha spaccata in 2.


Rob

giovedì 6 febbraio 2014

CARNE: Ovvero Distruggere Le Barriere Create Dalle Lingue

blogger

"Heavy Wood" hanno recentemente sfornato un brano chiamato Carne . La curiosita' attorno questo pezzo è cresciuta notevolmente durante i concerti della dirty folk band . Una delle ragioni è sicuramente il fatto che il testo è in dialetto pugliese.
Ma quello che ha ulteriormente condannato questa canzone ad essere un "must" da ascoltare ad ogni loro concerto è il fatto che venga cantata da Nate Kantner, l'unico americano della band .
" Avevo scritto questo brano e mi piaceva il tiro quasi rock disco del riff principale. Essendo pugliese , il dialetto è motore del mio istinto ,e insomma ho vomitato il testo in 10 minuti! " continua Roberto Cavallo chitarrista drawk della band
"Quanti brani in inglese ha cantato un italiano medio? Un sacco. Quanti brani in dialetto italiano ha cantato un americano? Non viene nessuno in mente? Bene, e facimlo! (facciamolo)"

A Nate è servita una settimana di duro lavoro per imparare a trattare gli accenti, la fonetica e il ritmo di questo dialetto , fino ad arrivare addirittura a ricamarci sopra un rap. Ed ora la canzone ormai viaggia attraverso ogni barriera creata dalle lingue.
A proposito , il titolo è Carne ma non parla di carne in sè.
" Carne , nel paesino dove sono nato , è un'espressione con plurimi significati ormai mutati e rinvigoriti da parecchie generazioni.
Uno dei significati potrebbe essere quello del dito medio alzato. Lo tiri fuori, e dici - CARNE! -
Ma nella canzone vuol dire ben altro! "

Heavy Wood sono in studio proprio in questi giorni registrando Carne ed altri nuovi pezzi che saranno gratuitamente ascoltabili , nel giro di poche settimane , sul loro sito ufficiale

www.heavywoodband.com 
                                                                               #   #   #